Successioni - castello san lorenzo de picenardi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Successioni

Storia

Riepilogo delle successioni del castello di San Lorenzo de’ Picenardi

Premessa
In origine il castello doveva essere un giro di case fortificate della longobarda Fara Aldorum da cui Fara degli Aldi, Faraldi, Feroldi e quindi San Lorenzo de’Feroldi.
Sul succedersi dei vari proprietari, esistono due versioni, di cui la seconda più attendibile in quanto più documentata.

Prima versione
Il 19 Aprile 1428, il castello è considerato una fortezza e viene ceduto dal duca di Milano ai veneziani.
Il 24 Febbraio 1444, Francesco Sforza, a nome del suo suocero Filippo Maria Visconti, dona un quarto del castello, confiscato al ribelle Leonardo Picenardi, al suo armigero Ludovico da Cremona.
Il 14 Agosto 1444, Francesco Sforza, morto Ludovico da Cremona, dona la stessa quarta parte del castello ad Andreotto Mayo, nobile milanese.
I restanti tre quarti furono di altre famiglie, tra cui i nobili Ripari. Il castello non fu mai feudale, per mancanza di abitanti.

Seconda versione

 
Torna ai contenuti | Torna al menu